Bologna 2017 – Il Grido della terra e dei poveri la sfida dei nuovi stili di vita per un’ecologia integrale

In evidenza

Da venerdì 2 giugno a domenica 4 si è svolto a Bologna, presso l’Albergo Pallone, l’8° Laboratorio della Rete Interdiocesana Nuovi Stili di Vita, che ha visto vari operatori pastorali provenienti da varie parti d’Italia confrontarsi sul tema “Il grido della terra e dei poveri, la sfida dei nuovi stili di vita per un’ecologia integrale”.

In questa pagina è disponibile tutto il materiale utilizzato e sviluppato durante il laboratorio, compreso il documento programmatico che impegnerà tutta la Rete per i prossimi due anni.

  • Documento di Programmazione 2017-2019      PDF
  • La storia dei Laboratori della Rete Interdiocesana Nuovi Stili di Vita      PDF 
  • Il Programma del Laboratorio di Bologna      PDF
  • Dati sulla partecipazione      PDF
  • Bilancio economico del Laboratorio      PDF
  • Le due relazioni:
    • Relazione di Maria Soave Buscemi      MP3
    • Relazione di Luigi Piccioni      PDF      MP3
    • Dibattito sulle relazioni      MP3
  • Lo spettacolo di Marco Campedelli (Parte 1Parte 2Parte 3Parte 4)
  • Le 4 esperienze di 4 diocesi
    • Lista delle 4 esperienze di 4 diocesi della Rete      PDF
    • Comunità Nomadelfia (Diocesi di Grossetto)      Video
    • Cooperativa sociale (Andria)       Video 1Video 2Foto
    • Granello di senape (Reggio Emilia)      Video – PowerPoint
    • Comunità S. Tommaso (Pistoia)      PowerPoint
  • Il Mandato del Vescovo di Bologna      PDF
  • Foto del Laboratorio

Diocesi di Concordia-Pordenone: Giornata per la custodia del Creato

Organizzata dalla ” Commissione Diocesana per la Pastorale Sociale e del Lavoro, Giustizia e Pace, Custodia del Creato” della Diocesi di Concordia Pordenone, con il patrocinio della Commissione Episcopale Italiana:

12a GIORNATA PER LA CUSTODIA DEL CREATO

DOMENICA 3 SETTEMBRE 2017

presso il Parco delle Fonti di Torrate di Chions

Programma completo della manifestazione nella locandina e nel volantino allegati.

volantino giornata custodia creato 2017

locandina giornata custodia creato 2017

Diocesi Ugento – S.M. di Leuca: #cartadileuca.1 “Mediterraneo, un porto di fraternità”

#cartadileuca.1

“Mediterraneo, un porto di fraternità”

Capo S. Maria di Leuca 10-14 agosto 2017

Cosa è #cartadileuca.1

La Fondazione di Partecipazione “Parco Culturale Ecclesiale Terre del Capo di Leuca”, espressione della Diocesi Ugento – S. M. di Leuca, unitamente alla Regione Puglia, alla Comunità Sant’Egidio, Focsiv, Fondazione Migrantes ed altre istituzioni nazionali e territoriali, organizza l’evento internazionale #cartadileuca.1.

L’obiettivo è di creare a Leuca un evento annuale (#cartadileuca) in cui i giovani dell’Europa e dei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo si incontrino e dialoghino su alcune tematiche comuni, inerenti anche il lavoro come espressione della valorizzazione del territorio nelle sue diverse sfaccettature. Dagli inputs che emergeranno si sottoscriverà la #cartadileuca quale simbolo di comunione nonché appello ai governanti a fare del Mediterraneo un’arca di pace. Questo accade nel Capo di Leuca perché è per natura ponte tra Oriente e Occidente, centro del Mediterraneo, lì dove l’Europa tocca con un dito i popoli che si affacciano sul Mediterraneo, su cui un faro invita ad incrociarsi ed incontrarsi per dialogare, costruire la pace e custodire il creato, di cui Don Tonino Bello – che in questa terra riposa — è stato profeta.

Chi può partecipare?

Possono partecipare tutti i giovani proveniente dai Paesi che si affacciano sul Mediterraneo e dell’Europa, che sono presso i vari centri di accoglienza per immigrati, previa compilazione e accettazione da parte della Segreteria organizzativa del modulo di iscrizione, da compilare e inviare on-line sul sito www.camminidileuca.it entro e non oltre il 30 luglio. Saranno accettate le prime 200 richieste pervenute. Si chiede un contributo di € 30,00 a persona.

Per l’evento conclusivo, saranno predisposti BUS NAVETTA A/R Stazione di Lecce – Alessano, Leuca-Lecce Stazione, Il 13 agosto alle 18,30 e il 14 agosto alle ore 10,30.

Per prenotare: 0833/082949 e 335.228673 (emergenza) dal lunedì al venerdì dalle 09,30 alle 11.30 o info@camminidileuca.it

Scarica l’invito

Scarica il programma

Sito ufficiale: http://www.camminidileuca.it/

Diocesi di Belluno – Feltre: Esercizi Spirituali Comunitari Itineranti

Esercizi Spirituali Comunitari Itineranti – In agosto la decima edizione

Sui sentieri de “l’an de la fan”
dalla tristezza alla gioia

Si terrà quest’anno la decima edizione degli Esercizi spirituali comunitari itineranti (Esci) sul Cammino delle Dolomiti, organizzata a cura dell’Ufficio diocesano cultura e stili di vita in montagna. Le riflessioni lungo il cammino, in sintonia con il tema pastorale diocesano dell’anno, saranno condotte da don Luis Canal e don Alessio Strappazzon e
centrate sul tema: «La vostra tristezza si muterà in gioia (Gv.16-20) », con qualche spunto di riflessione, a cento anni di distanza, su «El an de la fan», l’anno della fame, durante la prima guerra mondiale.

VALLADA AGORDINA – La chiesa di San Simon. Gli Esci 2017
saranno per lo più in val del Biois.

Quest’anno verrà percorso l’itinerario da Falcade al santuario di santa Maria delle grazie. Il ritrovo dei partecipanti per la partenza è programmato giovedì 24 agosto pomeriggio presso il piazzale dello Stadio comunale di Belluno, da dove si partirà in corriera riservata verso l’Istituto alberghiero di Falcade, con sistemazione per il pernottamento all’arrivo; dopo la cena, si terrà un primo momento serale comunitario.
Nelle giornata di venerdì 25 si resterà in val del Biois, camminando lungo un tratto della digressione E del Cammino delle Dolomiti, passando per Somor, Falcade Alto, Molino, dove è previsto un incontro con l’artista Dunio Piccolin e la visita al museo Murer; si
raggiungerà quindi il villaggio San Giusto per la pausa pranzo; nel pomeriggio, attraversando la piana di Falcade si raggiungerà Canale d’Agordo, dove si visiterà il nuovo Museo Albino Luciani e sarà celebrata la Santa Messa. Rientro quindi a piedi a Caviola, per la cena. In serata momento comunitario, in collaborazione con le associazioni locali, quindi rientro per il pernottamento all’Istituto alberghiero di Falcade. Sabato 26 si camminerà ancora lungo un altro tratto della digressione E, passando per le frazioni di Marmolada, Meneghina, Sappade, Tabiadon di Val, Tegosa, Feder, Fregona e Carfon, imboccando poi un sentiero per Toffol, passando quindi per Andrich e da qui, su sentiero, raggiungendo la chiesa di S. Simon di Vallada, dove è prevista la sosta per il pranzo al sacco e la celebrazione della Santa Messa. Nel primo pomeriggio si riprenderà il cammino, in salita, verso forcella San Tomaso (sosta), iniziando poi la discesa, lungo l’itinerario della tappa n. 10 del Cammino delle Dolomiti, per raggiungere nel tardo pomeriggio Celàt di San Tomaso, dove ci si sistemerà per il pernottamento e
si cenerà, in pizzeria, con un momento serale di incontro con la comunità locale.
Domenica 27 si camminerà, con zaino in spalla, seguendo l’itinerario delle tappe n. 10 e 11 del Cammino delle Dolomiti, passando per le frazioni di Pecol e scendendo quindi a Forchiade, risalendo poi a Masarè e costeggiando il lago di Alleghe, sul lato opposto al paese, per raggiungere il santuario della Madonna delle Grazie, dove sarà celebrata la S. Messa, a fine mattinata. A seguire il pranzo presso il vicino hotel «Sasso Bianco» e, dopo un breve momento comunitario conclusivo, rientro in corriera riservata a Belluno,
con partenza nel primo pomeriggio e arrivo a Belluno nel pomeriggio (a seconda del traffico).

iscrizioni fino al 18 agosto

Le iscrizioni resteranno aperte presso la nuova sede dell’Agenzia Plavis di Belluno, da questa settimana fino a venerdì 18 agosto 2017, ma chiuderanno all’esaurimento dei 50 posti.
Alla Plavis (nuova mail: agenzia@plavisviaggi.it) ci si potrà rivolgere anche per ottenere la scheda d’iscrizione completa e per saldare la quota di iscrizione sul nuovo conto corrente bancario.
Un’esperienza intensa, da vivere in comunità, per rientrare alle proprie case, stanchi, ma ritemprati nello spirito e felici per aver sperimentato come la tristezza può mutarsi in gioia.

Fonte: L’Amico del Popolo, 29 giugno 2017 – N. 26

Comunicato Stampa – 8° LABORATORIO DELLA RETE INTERDIOCESANA NUOVI STILI DI VITA

COMUNICATO STAMPA

8° LABORATORIO DELLA RETE INTERDIOCESANA NUOVI STILI DI VITA

(Bologna 2 – 4 giugno 2017 )

Da venerdì 2 giugno a domenica 4 si svolgerà a Bologna, presso l’Albergo Pallone,  l’8° Laboratorio della Rete Interdiocesana Nuovi Stili di Vita, che vedrà operatori pastorali provenienti da varie parti d’Italia confrontarsi sul tema “Il grido della terra e dei poveri, la sfida dei nuovi stili di vita per un’ecologia integrale”.

Alla Rete aderiscono a tutt’oggi 83 Diocesi, dal Nord al Sud d’Italia, coordinate in 4 aree: Centro-Nord, Adriatica, Tirrenica, Siciliana.

A stimolare i lavori della tre giorni saranno i relatori Soave Buscemi, missionaria ed educatrice popolare in Brasile e Luigi Piccioni, ricercatore ed esperto nella tematica storico-ambientalista. Ai partecipanti porterà il suo saluto il Vescovo di Bologna Matteo Zuppi.

Obiettivo del laboratorio sarà di verificare e aggiornare le motivazioni teologiche e i percorsi pastorali delle 4 piste – che sono state avviate da alcuni anni – alla luce dei documenti di papa Francesco: Evangelii gaudium e Laudato si’. Ma anzitutto saranno narrate le esperienze già fatte nelle suddette piste: far crescere nei territori le piccole comunità cristiane; promuovere un’economia delle relazioni per superare la visione consumistica; ascoltare le grida della Terra e degli Impoveriti provenienti da ogni parte del mondo; denunciare il mercato del sacro e chiedere una gestione economica trasparente nella Chiesa.

Al termine sarà elaborato un documento programmatico che impegnerà tutta la Rete per i prossimi due anni.

Bologna 1 giugno 2017

Coordinamento della Rete Interdiocesana Nuovi Stili di Vita

Scarica il comunicato stampa

Campo di lavoro e formazione a Gioia del Colle 2017 – Bari

CAMPO DI LAVORO E FORMAZIONE della FAMIGLIA COMBONIANA
“Rispettare le diversità è il cammino verso la pace”
Gioia del Colle (BA) 17-25 agosto 2017

Video di Presentazione:

Nel Campo
– condividiamo alcuni giorni con migranti e persone che vivono situazioni di fragilità;
– sosteniamo iniziative che promuovono la dignità della persona;
– favoriamo l’incontro con la diversità come ricchezza;
– viviamo uno scambio di esperienze di fede e di quanto di bello il Signore sta facendo nella nostra vita.

Al mattino nei terreni della cooperative sociali “Tracceverdi” e “Siloe” ci dedichiamo al lavoro agricolo
insieme ai migranti e a coloro che operano in questa realtà.
Il pomeriggio è dedicato alla spiritualità: catechesi, deserto, condivisione e celebrazione della Messa.

Non mancheranno testimonianze di impegno sociale (associazioni, movimenti, ecc., operanti sul territorio) e momenti di relax.

Il Campo è aperto a giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni.

Per informazioni:
p. Ottavio 3482991393 oraimondo.41@gmail.com
sr. Cinzia 3801510715 cintrcms@gmail.com