Diocesi di Brescia: GIORNATA DELLA TERRA (EARTH DAY)

GIORNATA DELLA TERRA (EARTH DAY)
DOMENICA 22 APRILE 2018

COMUNITÀ DI VITA MONDO X DI SAIANO

Programma
Ore 9.30: ritrovo presso La Comunità di Vita Mondo X di Saiano
Ore 10.00: visita alla casa e alle attività presenti
Ore 11.30: Santa Messa a lode di Dio e a rinnovamento dell’impegno per la bellezza della terra
Ore 12.30: pranzo biologico con i prodotti della casa
Ore 14.30: visita alla vigna
Ore 16.00: conclusione

Note
La Comunità di Vita Mondo X di Rodengo Saiano si trova in Via Ludovico Pavoni, 15 (ex frati francescani).
Ha un parcheggio interno, quindi si può salire con le auto.
Il contributo di ogni partecipante per il pranzo è di 10 euro. È però necessario iscriversi entro lunedì 16 aprile 2018, presso la Segreteria Generale (030.3722253) o don Gabriele (030.2006670 o via mail) o Enza (328.1964202).

La GIORNATA DELLA TERRA è una ricorrenza internazionale, fissata al 22 aprile di ogni anno, per celebrare l’ambiente e la salvaguardia del pianeta Terra. Sono 9 anni che la Diocesi di Brescia la ricorda, in luoghi diversi e con varie modalità.

Annunci

Diocesi di Brescia: Visita guidata alla flora del Parco di Villa Mazzotti

L’ASSOCIAZIONE BOTANICA BRESCIANA E I CUSTODI DEL CREATO di Chiari con il patrocinio del Comune di Chiari e in collaborazione con la Biblioteca comunale Fausto Sabeo hanno organizzato una VISITA GUIDATA ALLA FLORA DEL PARCO
DI VILLA MAZZOTTI.

A illustrare la vegetazione del parco saranno Mario Ferrari e Giuseppe Roncali, guide della Associazione Botanica Bresciana. La visita è del tutto gratuita e potrà durare circa 1 ora e mezza

Diocesi di Brescia: Presentazione del volume “Salvaguardia del pianeta e nuovi stili di vita”

Presentazione del volume “Salvaguardia del pianeta e nuovi stili di vita”

Sabato 14 Aprile presso il Castello di Padernello si terrà la presentazione del volume “Salvaguardia del Pianeta e nuovi stili di vita” (GAM Editrice) di Aldo Ungari. Per l’occasione l’autore discuterà della pubblicazione con alcuni osservatori privilegiati. Nel corso della mattinata verranno presentati gli scaffali virtuali sui temi economia circolare ed ambiente pubblicati all’interno della Rete Bibliotecaria Bresciana e Cremonese.

L’evento rientra all’interno del progetto “Verso un’economia circolare”.

L’appuntamento è alle ore 10,00 presso il Castello di Padernello – Via Cavour, 1 Padernello – Borgo san Giacomo (Bs).

Scarica il programma

Diocesi di Cuneo e Fossano: Parole fra Continenti 2018 – Uscire dall’indifferenza

Uscire dall’indifferenza

Risultati immagini per uscire dall'indifferenza

“Tutti possiamo e dobbiamo fare qualcosa ogni giorno per garantire la dignità ai popoli anche e soprattutto nella loro terra”   (tratto dal libro Dipende da noi  di Adriano Sella)

La Diocesi di Cuneo e Fossano, mediante vari uffici pastorali e realtà locali, realizza l’evento Parole fra Continenti 2018. Una settimana, ricca di eventi, per stimolare a riflettere e a cambiare, in modo da costruire incontro, dialogo, responsabilità, cura, pace e giustizia tra i continenti.

Risultati immagini per uscire dall'indifferenza

Clicca qui per vedere le locandine con tutto il programma

Cuneo parole_continenti_parrocchie

Cuneo Parole_fra_continenti_2018

 

 

 

Diocesi di Caserta: Giornata Mondiale dell’acqua 22.03.2018

Giornata Mondiale dell’acqua 22. 03.2018
inaugurazione del nuovo decennio 2018-2028

Convegno
“ azione – Acqua per lo sviluppo sostenibile”
13 marzo 2018 – Ore 19,00

Parrocchia Buon Pastore Caserta
Sala Moscati
Introduzione ai lavori

Relatori:
Dott.ssa Consiglia Salvio
Dott. Eugenio Diffidenti
Messaggio conclusivo
Don Antonello Giannotti

Diocesi di Caserta: Pannelli per la bacheca dei nuovi stili di vita – Marzo 2018

Di seguito condividiamo i pannelli di marzo, creati dalla Parrocchia “Buon Pastore” di Caserta, per la bacheca dei nuovi stili di vita.

Marzo 2018

  • Pannello 1 – Giornata internazionale delle foreste
  • Pannello 2 – Giornata internazionale contro la
    discriminazione razziale
  • Pannello 3 – Giornata mondiale dell’acqua

Diocesi di Vicenza: Giornata Mondiale dell’Acqua

La Diocesi di Vicenza celebra la GIORNATA MONDIALE DELL’ACQUA che si festeggia il 22 marzo di ogni anno.

Programma:
– Laboratorio sull’impronta idrica del cibo a cura del Movimento Gocce di Giustizia;
– Intervento di Agostino Migliorini filosofo e presidente dell’associazione “Vita nel territorio”;
– Visione del cortometraggio Life Glass Water di Giulio Vanzan;
– Intervento e conclusioni di Don Matteo Pasinato della Pastorale sociale e del Lavoro della Diocesi di Vicenza.

L’acqua è sinonimo di vita! Non mancare!

——————————————————————————
La Giornata Mondiale dell’Acqua (World Water Day) è una ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992, prevista all’interno delle direttive dell’agenda 21, risultato della conferenza di Rio.
Per saperne di più: http://worldwaterday.org/

http://www.earthdayitalia.org/CELEBRAZIONI/Giornata-Mondiale-dell-Acqua

Diocesi di Ragusa: 4 marzo. Giornata diocesana nuovi stili di vita

4 MARZO 2018 GIORNATA DIOCESANA NUOVI STILI DI VITA

I nuovi stili di vita sono gli strumenti per poter cambiare la vita quotidiana e per influire sui cambiamenti strutturali che necessitano scelte di responsabilità da parte degli operatori sociali, politici ed economici. Rappresentano quindi un potenziale delle persone per giungere ai grandi cambiamenti che migliorano la vita attraverso azioni e scelte prima personali e poi comunitarie, fino a giungere ai vertici del sistema socio politico.

Già l’enciclica Centesimus Annus del 1991 anticipa l’appello ai cambiamenti degli stili di vita: “Costruire stili di vita, nei quali la ricerca del vero, del bello e del buono e la comunione con gli altri uomini per una crescita comune siano gli elementi che determinano le scelte dei consumi, dei risparmi e degli investimenti”.

Concretizzando: inquinare l’ambiente mediante la produzione di tanti rifiuti, consumare in maniera da distruggere la natura e far male anche alla salute dell’umanità, rifiutare i diversi e non impegnarsi per la giustizia… sono tra i tanti vecchi stili di vita che dobbiamo cambiare.

Quale potrebbe essere un vademecum da adottare a partire da questa giornata di sensibilizzazione?

Partiamo innanzitutto da un rinnovato rapporto con le cose che potremmo definire “consumo critico” da sostituire al consumismo che ci consuma: passare dalla smania di possedere le cose alla relazione di utilità, imparando a scegliere i prodotti che sono espressioni di rapporti giusti ed equi nel mercato del lavoro, a contatto con l’ambiente e con chi li usa. Passare dalla dipendenza alla sobrietà che ci porta ad acquistare merci in funzione di bisogni reali e non indotti dalla macchina pubblicitaria. Esempi virtuosi in questa direzione sono i temi del Commercio equo e solidale (un commercio internazionale che ha come obiettivo non il profitto, ma la lotta a sfruttamento e povertà), i cosiddetti Gruppi di Acquisto Solidale, formati da persone che decidono di acquistare collettivamente generi alimentari o di uso comune direttamente dai produttori, possibilmente locali e particolarmente quelli del riciclo e riuso che significano meno rifiuti, buon uso delle risorse, solidarietà con chi vive accanto, risparmio economico, educazione al consumo consapevole.

Il rinnovato rapporto con le persone richiama invece la ricchezza delle relazioni umane, fondamentale per dare sapore alla vita e per poter affrontare patologie sociali ancora più presenti nelle nostre città: la solitudine, emarginazione, povertà, disagio. I nuovi stili di vita saranno allora improntati a rapporti interpersonali non violenti, di rispetto della diversità, di educazione all’alterità; disinnescare ogni forma di violenza, soprattutto quella verbale, privilegiare luoghi di incontro e di dialogo per riappropriarci della cittadinanza perché cresca il benessere umano che non si misura solamente con i soldi in tasca.

Ed ancora il nuovo rapporto con la natura che rimanda alla dimenticata responsabilità ambientale. In questo contesto l’accresciuta sensibilità vero i temi ambientali non è ancora sufficiente a preservare la vivibilità delle nostre campagne, del nostro mare della terra tutta. La novità dello stile della nostra esistenza consiste nell’abbandonare la visione utilitaristica della terra: siamo chiamati tutti a passare al rispetto del creato, ad instaurare una relazione nuova con la “nostra madre terra”. Potremmo sinteticamente raggruppare nelle 5 “R” i nuovi stili di vita a riguardo: Ridurre i rifiuti – Raccolta differenziata – Riutilizzare gli oggetti – Riciclare – Riparare anzichè gettare gli oggetti.

Accanto a queste quotidiani atteggiamenti e scelte aggiungiamo il Risparmio energetico, cammino fondamentale per la tutela dell’ambiente, l’uso responsabile dell’acqua, bene essenziale per l’umanità, tema su cui possono essere infiniti i suggerimenti: no ai rubinetti che gocciolano, o a quelli costantemente aperti, no a dosi eccessive di prodotti chimici aggressivi per la pulizia di stoviglie e casa (scegliere detersivi compatibili con l’ambiente può evitare l’inquinamento di fiumi e mari). L’economia domestica della nonna è prodiga di consigli in merito. Come fa bene alle tasche e all’ambiente spegnere le luci quando non servono o non lasciare in stand-by gli apparecchi elettronici o sostituire lampade o impianti poco efficienti con impianti più efficienti.

Passare dall’indifferenza e dal menefreghismo alla responsabilità, alla solidarietà, all’educazione, al sentirsi parte, al celebre “mi interessa” sono i presupposti della rivoluzione silenziosa dei nuovi stili di vita che parte dal quotidiano e dal basso; un cambiamento a chilometro zero da quando ciascuno si alza al mattino a quando torna a dormire, il possibile nel quotidiano.

—-

Giornata promossa da:

Ufficio per i Problemi Sociali e il Lavoro – Caritas diocesana – Ufficio Pastorale della Salute – Ufficio per la pastorale delle Migrazioni – Ufficio Pastorale Tempo Libero Turismo e Sport

www.diocesidiragusa.it