Diocesi di Parma: Giornata Ecumenica per la Salvaguardia del Creato

Giornata ecumenica per la salvaguardia del Creato

promossa dal Consiglio delle Chiese cristiane di Parma e dal Gruppo diocesano Giustizia, Pace e Ambiente.

18 settembre 2016 – Battistero di Parma

LocandinaDiocesi2016.inddLa giornata si svolgerà secondo questo programma: alle 16.30 al Giardino Ducale posa di un albero con letture e accompagnamento del Gruppo musicale del Liceo Bertolucci; seguirà una camminata attraverso ponte Verdi e la Pilotta per raggiungere piazza Duomo. Alle 18 in Battistero conferenza di Stefano Tibaldi, meteo climatologo del Centro euro mediterraneo sui cambiamenti climatici(Cmcc), sul tema “Il clima che cambia: adattamento e mitigazione”. Alle 20 nel chiostro del Seminario Maggiore agape nella sobrietà. Alle 21 in Battistero ascolto e preghiera con il Coro ecumenico.

Leggi l’articolo sul settimanale “vita nuova”

Diocesi di Parma: Giornata Ecumenica per la Salvaguardia del Creato – 20 Settembre 2015

E così uno ha fame, l’altro è ubriaco (1 Cor 11,21). I cristiani e la destinazione comune dei beni è il titolo della Giornata ecumenica per la salvaguardia del Creato che si terrà a Parma domenica 20 settembre.

In svolgimento da 2007 grazie alla collaborazione tra il Consiglio delle Chiese cristiane di Parma (avventista, cattolica, metodista, ortodosse), e il Gruppo diocesano giustizia pace ambiente, la Giornata ha il seguente programma: si inizia con una camminata simbolica con partenza dal piazzale della chiesa gotica di San Francesco al Prato, dove si reciterà il Cantico delle Creature; poi una tappa all’ex Magistrato per il Po, l’autorità di bacino che si occupa della sicurezza idraulica, della gestione delle risorse idriche e delle situazioni di rischio, dove un funzionario spiegherà il ruolo del’ente. La terza tappa sarà l’Orto dei Benedettini che spiegheranno il significato del lavoro manuale e della natura nella loro regola. Nella foresteria del Monastero si terrà poi un workshop in tre gruppi sul tema dell’equa distribuzione delle risorse (radici bibliche, aspetto sociale, buone prassi) che terminerà con la messa in comune delle riflessioni emerse. Nel chiostro del Seminario Maggiore poi un’agape nella sobrietà con i frutti della terra e alle 21 nel Battistero la veglia ecumenica in ascolto e canto con il Coro ecumenico di Parma.

Visualizza la locandina