Diocesi di Salerno-Campagna-Acerno: Giornata diocesana per la Custodia del Creato

Arcidiocesi di Salerno-Campagna-Acerno

Ufficio Problemi sociali e del lavoro

17a Giornata diocesana per la Custodia del Creato

«Prese il pane, rese grazie» (Lc 22,19). Il tutto nel frammento”.

Sabato 8 ottobre 2022

Contursi Terme

ore 9.00 Santuario Madonna delle Grazie

ore 15.00 Centro storico

A Contursi Terme si celebrerà la 17a Giornata diocesana per la Custodia del Creato Sabato 8 ottobre. Una giornata per riflettere insieme sulla gratuità come custodia del Creato. Gratuità nel dare il pane, nei nostri comportamenti e nei luoghi della nostra quotidianità. La giornata ha per tema: «Prese il pane, rese grazie» (Lc 22,19). Il tutto nel frammento”.

Ogni pezzo di pane arriva da lontano: è un dono della terra. È lei che ha prodotto il grano. Il contadino lo sa: ara, prepara il terreno, semina, irriga, miete… ma non è lui a produrre quei chicchi dorati. Anche oggi, nell’epoca della meccanizzazione, della grande distribuzione e della panificazione industriale, il pane rimane ciò che è da sempre. E quand’anche i ritrovati della tecnica soppiantassero la sapienza contadina e i talenti artigianali, il pane continuerebbe a parlarci della sua identità più profonda: quello di essere un’offerta della terra, da accogliere con gratitudine. In questa ottica verrà vissuta la MATTINA di sabato 8 al Santuario Madonna delle Grazie di Contursi Terme sia con i ragazzi dell’IIS E. Corbino che con gli ospiti che leggeranno il tema della giornata attraverso la lente della gratuità.

Nel messaggio congiunto di Francesco e Bartolomeo del 2017 si legge: “Il fine di quanto ci proponiamo è di essere audaci nell’abbracciare nei nostri stili di vita una semplicità e una solidarietà maggiori.” Per questo nel POMERIGGIO andremo in giro per i Chiaj del borgo antico di Contursi. Una passeggiata per spingere ad una nuova cultura che richiede la capacità e la volontà di promuovere un approccio di ecologia integrale in grado di comprendere che tutto è intimamente collegato. Come ha ricordato papa Francesco nell’enciclica Laudato Si’ non si possono tenere distinte le problematiche ambientali da quelle economiche e sociali, così come la qualità della vita dalla qualità dell’ambiente nel quale viviamo: la questione ecologica non è un tema a se stante, ma parte integrante della vita sociale, politica, economica, culturale.

Ha realizzato la giornata l’ Ufficio Problemi Sociali e del Lavoro dell’Arcidiocesi di Salerno-Campagna-Acerno con il contributo e la disponibilità degli alunni e dei ragazzi di Contursi, dell’IIS E. Corbino Terme e della parrocchia di Santa Maria degli Angeli in Contursi Terme.

Diocesi di Salerno: 11° giornata per la custodia del Creato

La misericordia del Signore, per ogni essere vivente

La giornata vuole leggere i segni, per comprendere i tempi. “Quando si fa sera, voi dite: ‘Bel tempo, perché il cielo rosseggia’; e al mattino: ‘Oggi burrasca, perché il cielo è rosso cupo’. Sapete dunque interpretare l’aspetto del cielo e non siete capaci di interpretare i segni dei tempi?” (Mt 16,2-3). La risposta di Gesù ai farisei e sadducei invita a leggere i segni – quelli nel cielo come quelli nella storia – per vivere il tempo con saggezza, cogliendo, nella sequenza dei momenti, il kairòs – il tempo favorevole – in cui il Signore chiama a seguirlo.
Quest’anno, a dare un particolare significato alla Giornata per la custodia del creato, è la Enciclica Laudato si’ che Papa Francesco ha dedicato alla questione ambientale insieme all’evidenza che per ognuno la Misericordia del Signore ha per ogni essere vivente in questo Anno Santo. Una lettura dove si volge uno sguardo misericordioso per cogliere i legami che lo Spirito intesse, con una lettura in profondità dei segni dei tempi, secondo le indicazioni che il proprio contesto di vita riceve dalla enciclica.

Locandina dell’evento:

custodia-creato-2-min

Diocesi di Salerno: “Con stile verso il Natale”, scheda per l’Avvento sui NSDV

Puoi scaricare la scheda preparata dal gruppo Missio.Edu della Parrocchia dei SS Martino e Quirico di Lancusi-Bolano sui nuovi stili di vita. Durante l’anno liturgico verranno proposte quattro schede da proporre al catechismo sui 4 “nuovi rapporti” dei NSDV: per il Natale la tematica è “un nuovo rapporto con le cose”, visto l’eccessivo consumismo a cui si va incontro in questo periodo.

 

Arcidiocesi di Salerno e Arcidiocesi di Amalfi: Progetto/convegno “GeA”

locandinanella Precarietà la Speranza
GeA : la terra che vogliamo

Strumenti ed esperienze a confronto per offrire prospettive ai giovani che cercano un lavoro ed agli anziani emarginati a riscoprire insieme il coltivare la terra in maniera sostenibile ed equa quale fulcro di un autentico sviluppo umano del nostro territorio compromesso dalle ecomafie.

Sabato 21 giugno alle ore 10 al teatro don Bosco di Vietri sul Mare si terrà un convegno e la presentazione di un progetto che raccorda la speranza con la precarietà. Riprendendo il tema del Convegno Pastorale Nazionale del prossimo ottobre a Salerno “nella Precarietà la Speranza”, il convegno di Vietri sul Mare vuole essere una riflessione preparatoria al convegno nazionale medesimo che va ad unire due temi cari a papa Francesco :“non lasciatevi rubare la speranza”e “no ad una cultura dello scarto”     Continua a leggere…